Il complesso architettonico di San Domenico

Il complesso architettonico di San Domenico comprende la chiesa omonima e l'ex convento dei frati Domenicani di Palermo

La chiesa di San Domenico è una delle maggiori espressioni del barocco siciliano.
Costruita sui resti di una chiesetta del Quattrocento, fu ingrandita intorno al 1640, e completata nel 1726 con la facciata, su cui si trovano molte statue in stucco, opera di Giovan Maria Serpotta. Il grandioso interno è a croce latina, con tre navate divise da archi a tutto sesto.
Nelle cappelle interne sono conservate due pale d'altare rinascimentali dei pittori lombardi Vincenzo da Pavia, autore della Madonna del Rosario, e G. Giacomo Fondelli, cui si deve la Crocifissione tra San Domenico e la Maddalena. A sinistra della chiesa sorge l'ex-Convento dei frati domenicani che comprende un magnifico chiostro trecentesco, costituito da arcate ogivali posate su esili colonnine binate.
Nell'edificio inoltre, hanno sede il Museo del Risorgimento e la Società Siciliana di Storia Patria.  

www.domenicani-palermo.it

Contattaci per prenotare una visita oppure passa a trovarci al MICRO!