Le botteghe artigiane di Palermo

“Insieme si può crescere.” - Pietro Muratore

Fatevi trasportare anche voi dall’onda creativa che ha invaso le strade di Palermo: dall’artigiano di una volta che intarsia il legno a mano fino ai nuovi artisti che creano oggetti con la stampante 3D, per pezzi sempre come chi li produce. 

Agli artigiani di Palermo chiedete tutto, ma non di abbandonare le loro botteghe. Perché ormai è finita l’epoca in cui i candelai di via dei Candelai o i sellai di via dei Sellai lasciano i loro mestieri; è finita con la nascita di Alab (Associazione Liberi Artigiani Artisti Balarm), fondata da Pietro Muratore nel 2012, quando inventori, umanisti e scultori sono tornati letteralmente a invadere le vie del centro storico con una creatività sommersa che si sta rivelando epocale. Una rete diffusa di quasi cento laboratori, tutti diversi l’uno dall’altro, senza competizione alcuna, anzi, stimolati in continuazione alla produzione di pezzi unici, realizzati a mano sempre per almeno il 70%.

Ci sono gli artigiani d’una volta, quelli che sanno fare tutto, quelli che le loro botteghe non le hanno mai lasciate, che non si ricordano nemmeno più quando hanno iniziato; persone d’altri tempi, che attraverso la materia vi fanno viaggiare in un passato dove anche il più piccolo dettaglio aveva importanza, come Enzo Novara. Da vero cultore del legno, questo materiale lui ce l’ha dentro: lo capisce con uno sguardo, attraverso i suoi odori, gli stessi che nemmeno voi riuscirete più a dimenticare; perché vi mostrerà ciò che nel legno avete sempre dato per scontato, a partire dai suoi profumi. Nelle mani di Enzo gli oggetti spazzatura e i pezzi più impensabili tornano in vita nelle forme più disparate, pronti a riavvolgere le loro esistenze e cominciare da capo, come travi del Seicento che si trasformano in scatole, carretti in cornici o sedie in pesciolini; perché ogni pezzo di legno ha una storia e diventa un’altra storia, che a volte finiscono per coincidere, in quanto parte di uno dei grandi principi di Alab, ovvero la sostenibilità, il riciclo, il riutilizzo dei materiali. Così quando provate a realizzare il vostro manufatto, o anche solo vi limitate al suo acquisto, sapete che l’oggetto che avete in mano può venire da lontano, avere un significato infinito, e forse anche vite molteplici.

Infatti non tutte le creazioni sono sempre in vendita, perché ci sono storie che non hanno un prezzo e non si possono comprare, ma solo conoscere e sapere che esistono.

E poi? Si passa a tutti i giovani che si sono reinventati, che Palermo l’hanno lasciata per poi ritornare o che non l’hanno lasciata mai, ma mai si sono accontentati, come Giulia, Elena, Fabrizio, o Giulietta, che dopo una laurea in lingue e letteratura straniere, ha aperto il suo laboratorio di lavorazione della lana, una tradizione in via d’estinzione.

Ma il bello è che durante l’itinerario li troverete spesso all’opera, mentre stanno lavorando o tenendo corsi per trasmettere il loro sapere e per far sì che i loro mestieri non vadano perduti, una volta per tutte! Perché in questi luoghi prima di vendere si produce, si impara e si insegna, tanto che sono sempre di più gli artisti che da tutte le parti del mondo vengono proprio qui per apprendere un saper fare, spesso anche gratuitamente. Perché le botteghe di Palermo hanno fatto un’irruzione nello spazio con materiali concreti, che generano lavoro sul territorio, rendendo possibile l’unica alternativa ormai scelta da molti palermitani: restare.

Ideale

Cittadini e turisti alla ricerca di un manufatto di qualità, unico e riconoscibile e alla scoperta di ciò che è veramente autentico.

Bisogno

Una macchina fotografica e una lunga lista di regali da fare (e da farvi), perché scegliere un prodotto Alab significa valorizzare un’opera in cui si incontrano manualità, creatività e intelletto.

Incontrerai

Artisti e artigiani di Palermo e da tutto il mondo: scrittori, architetti, attivisti, pittori, scultori e tanti altri che credono in quello che fanno!

Durata

2.30-3h

Quando

  • Lunedì: 9:00 - 18:00
  • Martedì: 9:00 - 18:00
  • Mercoledì: 9:00 - 18:00
  • Giovedì: 9:00 - 18:00
  • Venerdì: 9:00 - 18:00
  • Sabato: 9:00 - 18:00
  • Domenica: 9:00 - 18:00

Incluso

Passeggiata, visita botteghe

Non incluso

Cibo, trasporti al meeting point, shopping