L’Enoteca Picone: tra enologia e psicologia

Un’esperienza enologica e insieme psicologica in una delle enoteche più importanti da Roma in giù, dove capirete qualcosa di voi stessi attraverso la scelta del vino.


“Prima di consigliare un vino, cerco di cogliere la personalità e lo stato d’animo di chi ho di fronte.” - Vera Bonanno

Ci sono enoteche dove entri e compri il vino; poi ce ne sono altre dove ti consigliano che vino prendere; infine, ci sono quelle dove prima di darti una bottiglia ti fanno un’analisi psicologica.

È questo il caso della più grande enoteca da Roma in giù, la storica Enoteca Picone, iniziata settantadue anni fa, come vendita di olio e vino sfusi. Oggi continua alla quarta generazione della famiglia Picone, che da vent’anni ha affidato la gestione del locale a Vera Bonanno, donna travolgente ed esplosiva.

Vera si dedica con anima e corpo alla ricerca approfondita di vini, andando direttamente sul campo a scegliere e conoscere i suoi produttori, perché per lei questo mondo è prima di tutto persone e esperienze.

Il risultato è una selezione di circa 6000 etichette provenienti da tutto il mondo: si va da piccole cantine siciliane e italiane, a riesling tedeschi e alsaziani, fino a grandi francesi e pregiati superalcolici. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche insomma, ma soprattutto per tutte le indoli; Vera, infatti, vi guiderà in un percorso intimamente personalizzato, cercando di capire la vostra personalità e il vostro stato d’animo, per darvi il prodotto che più fa per voi, quello giusto al momento giusto. Perché secondo lei dietro al mondo dell’enologia c’è una psicologia immensa, che non possiamo neanche immaginare. In questo tempio della cultura enologica, a ogni bottiglia viene concesso di farsi conoscere, motivo per cui quasi tutte vengono aperte alla mescita, champagne compreso. Vera organizza anche dei pacchetti degustativi:“Territoriale”, “Vulcanico”, “Tradizione”, e, infine, “Donne Produttrici”, il risultato di un lungo progetto sul vino al femminile.

In abbinamento piatti freddi, come il carpaccio di Vacca Cinisara, o in alternativa passaggio dall’enoteca alla porta accanto, dove si nasconde Giovanni della Tenda Rossa, cuoco non da vetrina ma da cucina di sostanza, che su una lavagnetta scritta a mano vi proporrà i suoi piatti del giorno: semplici, abbondanti espressi e genuini, in accompagnamento ai vini che Vera, nel frattempo, avrà scelto per voi. Ma attenzione, poiché a tavola, bevendoli, potreste correre il rischio di ritrovarvi improvvisamente di fronte a voi stessi.

 

Ideale per: L’Enoteca Picone è una tappa obbligatoria e consigliata a chiunque, amanti del vino e non, poiché si tratta di pezzo di storia di Palermo.

Di cosa hai bisogno: Voglia di conoscere (e di bere) il mondo del vino (e te stesso) in modo approfondito e non banale.

Chi incontrerai: Vera Bonanno e Nicola Picone; palermitani e forestieri appassionati di vino.

Durata

1h

Lingue

  • italiano
  • inglese
  • francese

Quando

    Lunedì: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Martedì: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Mercoledì: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Giovedì: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Venerdì: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Sabato: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 21:00

    Domenica:

Incluso

Degustazione tre vini, piatto

Non incluso

Trasporti, altro vino o cibo