Nuotare a Palermo

il mare di Palermo, Mondello, Addaura, Capo Gallo, Barcarello, spiaggia libera e attrezzata, acqua limpida, ville Liberty

Ormai da molti anni, il waterfront antistante il centro di Palermo non è balneabile. Non bisogna scoraggiarsi. Il mare a Palermo c'è anche se a volte non si vede! In attesa degli interventi di riqualificazione e bonifica annunciati da molti anni, dal centro città bastano pochi minuti in auto o con i mezzi pubblici per raggiungere posti di mare davvero invidiabili.

 


Mondello raggiungibile in 15 minuti di auto dal centro città (o con il Bus 806 da via Libertà), è certamente il posto di mare più conosciuto di Palermo, grazie alla bellissima spiaggia di sabbia finissima, al mare dai riflessi verde smeraldo e alla vasta scelta di polpi e di frutti di mare che offrono le molte locande nella piazza del paese.

 

Nei mesi di luglio e agosto, Mondello si riempie di bagnanti, soprattutto locali, e buona parte della spiaggia viene occupata dalle “capanne”, casettine in legno adibite a spogliatoi a pagamento. Meglio visitare Mondello fuori stagione, passeggiando lungo la bellissima spiaggia su cui si affacciano le eleganti ville Liberty e l’antico stabilimento balneare Charlestone o fare lunghe e rilassanti nuotate in un’acqua limpida anche nei mesi di ottobre e novembre!!

Mondello

Per chi preferisce le coste rocciose, subito dopo Mondello si stagliano Capo Gallo e Barcarello. L’area è riserva marina e terrestre da non perdere le passeggiate lungo i sentieri e immersioni nei fondali ricchi di vegetazione e di pesci! 

Capo Gallo si trova qualche centinaio di metri dopo la piazza di Mondello, proseguendo lungo la strada principale fino ad arrivare all’Hotel La Torre. Da lì si prosegue a piedi per un paio di km all’interno della riserva lungo una strada, che inizialmente è asfaltata (fino al faro) e poi prosegue con un sentiero tra gli scogli. Attenzione, la riserva è uno spazio pubblico ma la strada di accesso è privata e a volte è richiesto un contributo di un paio di euro per entrare.
A Barcarello si arriva invece dal paese di Sferracavallo (se siete lì non perdetevi il gelato all’anguria, alla stracciatella o all’amarena del bar La Delizia, via Dammuso 57). La passeggiata all’interno della riserva di Barcarello, che si estende per circa 2 km, arriva fino all’”Avamposto” con un piccolo baretto rustico in estate e una comoda piattaforma per prendere il sole in uno scenario unico stretto tra montagna e mare. Da lì si gode uno splendido tramonto con il sole che si tuffa dietro l’isolotto di Isola delle Femmine. Sono tanti gli scogli piatti facilmente accessibili lungo la strada dove potersi rilassare a prendere il sole in grande tranquillità, anche in alta stagione.

 

 

 

  Un’altra zona di scogli molto frequentata dai palermitani è l’Addaura, zona litoranea tra Palermo e Mondello, con tanti accessi al mare direttamente dalla strada litoranea, tra cui si segnala “Acapulco”.

Al suo mare Palermo ha recentemente dedicato un EcoMuseo in tre differenti siti lungo la costa palermitana